Google Analytics

lunedì 3 aprile 2017

Allarme Botulino

La cronaca recente ha portato alla ribalta diversi casi di ritiro di conserve e sughi di contaminazione con botulino, un batterio che si sviluppa in assenza di ossigeno, producendo una pericolosa tossina e quindi trova un habitat ideale nelle conserve, in particolare sott'olio.

Se il ritiro di prodotti dagli scaffali colpisce l'immaginazione, non bisogna però dimenticare che il rischio maggiore, dal punto di vista del botulino, è legato alle conserve fatte in casa.

Lo ha ricordato in un recente documento l'istituto superiore di sanità (Iss), che per la prima volta ha messo a punto delle linee guida specifiche.

Passate, marmellate e altre preparazioni, sottolineano all'Iss, stanno tornando di moda, ma in una variante "light", più pericolosa di quelle tradizionali, perché usa in quantità minore agenti protettivi come aceto, sale o zucchero. La prima attenzione deve essere posta all'igiene personale e della cucina: la prima fonte di contaminazione, infatti, può essere rappresentata proprio da questi due fattori. Le regole si possono consultare sul sito dell'Iss, all'indirizzo www.iss.it

Nessun commento:

Posta un commento